domenica 25 marzo 2018

Tag chiudi pacco con acetato

Ciao a tutte!
Oggi sono qui con un post molto particolare per me, perché sarà il mio ultimo post per Scrappando Carta e Ricordi. Dopo tanti bellissimi anni in questo gruppo è giunto per me il momento del saluto, ma ringrazio di cuore la Patty, la generosa padrona di casa, per avermi scelta sette anni fa quando ancora ero alle prime armi e aver creduto nelle mie potenzialità più di quanto lo facessi io stessa. E la ringrazio anche per il tempo dedicato, l'amicizia, l'apertura alle nuove idee e la completa disponibilità a lasciarmi sperimentare liberamente (anche quando non sapevo bene nemmeno io in che direzione stavo andando!).
E a proposito di sperimentare oggi vi volevo mostrare una tecnica nuova per me, l'embossing su acetati nati per l'embossing a caldo, studiati per non deformarsi sotto il calore del nostro soffiatore d'aria.

FullSizeRender 85copy

Ho cominciato bagnando con l’acqua del rubinetto l’acetato per eliminarne la carica elettrostatica e asciugandolo con carta da cucina "tutto 3in1" (ne ho provate anche altre ma questa a mio avviso è la migliore perché non lascia alcun graffio sulla superficie del nostro delicato acetato).
                       Schermata 2018-03-26 alle 07.17.20
Poi ho eseguito la timbrata (togliendo con la tecnica del masking la scritta centrale) con inchiostro Wow. Ho coperto, come con una normale timbrata con embossing, la timbrata con polvere da embossing azzurra, eliminato l'eccesso (ho scoperto che se si passa l'acetato già con la polvere sotto un esile getto di acqua, puntato non ovviamente direttamente sulla timbrata, vengono via alla perfezione tutti gli eccessi ma non quelli incollati!!!) e infine ho asciugato con l'embosser!
Ci tengo a sottolineare che il produttore non consiglia la "lavata" della timbrata prima di embossare  ma io ho fatto un pò di prove e per me ha funzionato, anche perché non sopporto di vedere puntini di polvere qua e là, (anche se, indubbiamente, in timbrate semplici si può tranquillamente  ripulire l'acetato dagli eccessi con un pennellino).

FullSizeRender87copy

Ho fatto una piega di circa un centimetro alla mia tag che ho poi incollato sul retro di una carta patterned in cui ho inserito il mio augurio. Mi piaceva l’idea di usare la fantasia della carta per centrare il mio sentiment all’interno della timbrata sull’ acetato!
Spero che questa tecnica vi ispiri mille idee come ha fatto con me!
Ancora un enorme grazie di tutto e un abbraccio.
Elisa




Nessun commento:

Posta un commento